mercoledì 25 dicembre 2013

Auguri!


Ecco a voi, amici del Santuario, i nostri auguri, 
fatti con le parole celeberrime del vescovo Tonino Bello:

Tanti auguri scomodi, cari fratelli!
Gesù che nasce per amore vi dia la nausea di una vita egoista, assurda, senza spinte verticali e vi conceda di inventarvi una vita carica di donazione, di preghiera, di silenzio, di coraggio.
Il Bambino che dorme sulla paglia vi tolga il sonno e faccia sentire il guanciale del vostro letto duro come un macigno, finché non avrete dato ospitalità a uno sfrattato, a un marocchino, a un povero di passaggio.
Dio che diventa uomo vi faccia sentire dei vermi ogni volta che la vostra carriera diventa idolo della vostra vita, il sorpasso, il progetto dei vostri giorni, la schiena del prossimo, strumento delle vostre scalate.
Maria, che trova solo nello sterco degli animali la culla dove deporre con tenerezza il frutto del suo grembo, vi costringa con i suoi occhi feriti a sospendere lo struggimento di tutte le nenie natalizie, finché la vostra coscienza ipocrita accetterà che il bidone della spazzatura, l’inceneritore di una clinica diventino tomba senza croce di una vita soppressa.
Giuseppe, che nell’affronto di mille porte chiuse è il simbolo di tutte le delusioni paterne, disturbi le sbornie dei vostri cenoni, rimproveri i tepori delle vostre tombolate, provochi corti circuiti allo spreco delle vostre luminarie, fino a quando non vi lascerete mettere in crisi dalla sofferenza di tanti genitori che versano lacrime segrete per i loro figli senza fortuna, senza salute, senza lavoro.
Gli angeli che annunciano la pace portino ancora guerra alla vostra sonnolenta tranquillità incapace di vedere che poco più lontano di una spanna, con l’aggravante del vostro complice silenzio, si consumano ingiustizie, si sfratta la gente, si fabbricano armi, si militarizza la terra degli umili, si condannano popoli allo sterminio della fame.
I Poveri che accorrono alla grotta, mentre i potenti tramano nell’oscurità e la città dorme nell’indifferenza, vi facciano capire che, se anche voi volete vedere “una gran luce” dovete partire dagli ultimi.
Che le elemosine di chi gioca sulla pelle della gente sono tranquillanti inutili.
I pastori che vegliano nella notte, “facendo la guardia al gregge”, e scrutano l’aurora, vi diano il senso della storia, l’ebbrezza delle attese, il gaudio dell’abbandono in Dio.
E vi ispirino il desiderio profondo di vivere poveri che è poi l’unico modo per morire ricchi.
Buon Natale! Sul nostro vecchio mondo che muore, nasca la speranza.

lunedì 23 dicembre 2013

Gli orari di Natale

Ecco qua, amici, gli orari delle liturgie che vivremo insieme al Santuario in questo tempo natalizio:

24 dicembre: vigilia di Natale
Apertura santuario: 22.30
Ufficio vigiliare: 23.00
Messa nella Notte: 24.00

25 dicembre: Natale del Signore
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 10.30; 18.00
Confessioni: 7.30 - 12
 

26 dicembre: S. Stefano protomartire
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 18.00

31 dicembre: ultimo giorno dell’anno
NON sarà celebrata la Messa prefestiva del 1° gennaio
Veglia di preghiera del nuovo anno: 23.00


1 gennaio: Maria Madre di Dio
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 18.00

6 gennaio: Epifania del Signore
Messa prefestiva: il 5 gennaio alle 18.00
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 11.00; 18.00


Attenzione! L'adorazione eucaristica è sospesa fino al 13 gennaio.

E qui puoi vedere un servizio andato in onda su Tele 1 circa la "Longiano dei Presepi":


sabato 21 dicembre 2013

Giuseppe, non temere di prendere con te Maria

I veloci volteggi delle ali degli angeli accompagnano nelle primissime pagine del Nuovo Testamento il cammino degli uomini  e delle donne dal cuore retto che ricevono ‘annunciazioni’ anche nel sonno. Come Giuseppe, uomo giusto, uomo innamorato e con il cuore frantumato perché pensa che Maria l’abbia tradito con un altro. Non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Grandezza di Giuseppe!  Sarebbe già un buon finale, -per quanto amaro, ma di una gigantesca grandezza d’animo-, eppur non è finita: mentre stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore. Giuseppe scopre un Signore che gli allarga gli orizzonti (troppo angusti anche la stessa ‘giustizia’ umana). Non temere, gli dice l’angelo, di prendere con te Maria, tua sposa

Anche noi non dovremmo temere di sentirci allargare il cuore dalle incursioni di Dio, dalle visite dei suoi angeli che recano alle nostre paure e talvolta ai nostri faticosi discernimenti il Suo sogno. Che non annulla i nostri ma li dilata in una inedita pienezza d’amore. Il Signore Dio è per noi!

Orari di visita del presepe dei frati francescani e del mercatino missionario:

Fino al 6 gennaio: 
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Dal 7 al 26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe sarà visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

martedì 17 dicembre 2013

Giuseppe, il giusto...

Apparve in sogno a Giuseppe un angelo del Signore e gli disse: "Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo”. 
Ci avviciniamo al Natale e Giuseppe, il giusto, ci viene incontro. La disarmante semplicità di Giuseppe ci sprona alla ricerca, ci obbliga a “ricercare” la parola del Signore nella quale troviamo la realizzazione di tutti i nostri sogni. Che il Signore ci preservi dalla tentazione di non credere più ai sogni!

Signore, ci affidiamo a te in questo tempo di attesa.
Tante volte ci è capitato di aspettare qualcuno,
di aspettare qualcosa…
e lo abbiamo fatto nella gioia, nella trepidazione,
immaginando la dolcezza dell’incontro.
Donaci l’allegria dell’attesa
e allenaci a capire, come fu per Giovanni il Battezzatore,

che colui che stiamo attendendo è già con noi.

San Giuseppe siede pensoso, "Con il cuore in tumulto fra pensieri contrari il savio Giuseppe ondeggiava"(inno Akathistos, VI stanza). E' tradizione ormai consolidata nel modulo iconografico della Natività rappresentare Giuseppe fuori dalla grotta ed impegnato in un dialogo con un pastore vestito di pelli, che alcuni identificano in Tirso. Tirso-Satana interroga Giuseppe, lo pungola tentando di porre in lui dei dubbi sulla verginità di Maria.

Orari di visita del presepe dei frati francescani e del mercatino missionario:

Fino al 6 gennaio: 
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Dal 7 al 26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe sarà visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

sabato 14 dicembre 2013

La Longiano dei Presepi

Inizia oggi la ventitreesima edizione di una delle manifestazioni natalizie più grandi e importanti d’Italia, che hanno portato a Longiano centinaia di migliaia di visitatori, in costante crescita, negli ultimi decenni: Longiano dei Presepi. L’atmosfera natalizia si anima con un’ottantina di rappresentazioni della Natività a colorare il Centro Storico della città.
L'inaugurazione ufficiale della manifestazione avrà luogo domani 15 dicembre alle 11.30, alla presenza del sindaco Battistini e del vescovo Douglas, presso la chiesa di S. Marina di Massa dove è allestita la mostra dedicata alle opere del maestro Ilario Fioravanti.

Già dal 1° di dicembre è visitabile il Grande Presepe Meccanico del Santuario, il più antico e tradizionale presepe di Longiano e uno dei più suggestivi e visitati presepi meccanici della Penisola.
Presso il Convento del SS. Crocifisso dei Frati Francescani, il Grande Presepe Meccanico è allestito da Marco Gualtieri con le statue di Padre Lambertini. Il tema di quest’anno (sulla scia dei messaggi di Papa Francesco) è “Gesù povero e profugo”, con le scene: la ricerca dell’albergo da parte di Maria e Giuseppe; la nascita nella grotta povera di Betlemme; la fuga in Egitto.
Come di consueto presso il Convento è aperta anche la Mostra Missionaria con la vendita di prodotti equo-solidali, prodotti dell’Eremo di Camaldoli, libri, presepi e articoli vari. Il ricavato sarà devoluto per le missioni francescane in Indonesia.
Ma questo è solo uno dei tre grandi presepi meccanici visitabili a Longiano in questo periodo...

facebook: LongianodeiPresepi

QUI trovi il calendario delle manifestazioni

Orari di visita del presepe dei frati francescani e del mercatino missionario:

Fino al 6 gennaio: 
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Dal 7 al 26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe sarà visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

domenica 8 dicembre 2013

Beata perchè hai creduto!

Il cammino verso il Natale si fa sempre più corto e a Maria chiediamo che sia nostra compagna di viaggio. Di Maria ci affascina il suo autentico e totale affidamento a Dio: è il modello di ogni cristiano! Maria è beata perché ha ascoltato la Parola di Dio, suo e nostro Maestro! Se ci pensiamo bene, la beatitudine di Maria, può essere anche la nostra.

Maria, beata perché hai creduto!
Poni il tuo sguardo materno su ognuno di noi
in questi giorni di attesa;
facci contemplare lo stupore
che hai provato ponendoti all’ascolto della Parola di Dio;
ridona energia alla nostra fede talvolta incerta
e donaci di camminare nella gioia
di chi pone la sua fiducia solo in Dio.


Oggi, la Messa Solenne in santuario è alle ore 11.

Si possono già visitare il presepe e il mercatino missionario nei seguenti orari:


dal 15 dicembre al 6 gennaio:
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19

nei periodi 1-14 dicembre e 7-26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe è visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

mercoledì 4 dicembre 2013

Preghiera di Avvento

Dal Vangelo secondo Matteo (15,37-38)
Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e disse: "Sento compassione per la folla. Ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Non voglio rimandarli digiuni…". E i discepoli gli dissero: "Come possiamo trovare in un deserto tanti pani da sfamare una folla così grande?".

Dove possiamo trovare le risorse per noi stessi e per i nostri fratelli? A volte sembra impossibile e vorremmo arrenderci di fronte alle difficoltà. Ma Gesù ci chiede di metterci in “gioco”, di mettere a disposizione le nostre poche cose e così il miracolo avviene perché Lui le moltiplica a dismisura.

 
Gesù, tu ci inviti a vegliare,
ad attenderti pronti,
a non stancarci di pregarti.
Sii Tu la nostra guida in questo cammino di Avvento;
aiutaci ad avere fiducia in Te
e apri il nostro cuore
ad accogliere la tua venuta in mezzo a noi.


Candele al Santo Sepolcro

venerdì 29 novembre 2013

Pensando a Maria

Approfittate di queste giornate, cari amici, per "staccare" e dedicare un momento a Maria, all'inizio della Novena dell'Immacolata. Proprio oggi, festa di tutti i santi francescani, comincia la preparazione alla festa di Colei che invochiamo come Regina Ordinis Minorum.
 
Affidate con serena fiducia il vostro cammino di discernimento alla Vergine Immacolata!
Buona preghiera... Il Signore vi dia pace!


Se volete unirvi a noi, ecco il nostro orario di preghiera dal 29 novembre al 6 dicembre:

dal lunedì al venerdì:   
ore 7.00    Ufficio delle Letture e Lodi (cappella)
ore 17.30    recita del Rosario
ore 18.00    S. Messa (santuario)

sabato:            
ore 7.00    S. Messa feriale (santuario)
ore 17.30    recita del Rosario
ore 18.00    S. Messa della novena prefestiva

lunedì 18 novembre 2013

Diamoci una regolata!


Com’è difficile scegliere!
Eppure è il segreto della felicità...
Tante voci e tanti desideri si affollano nel tuo cuore. Se vuoi, puoi provare a guardarci un po’ dentro...

Anche quest'anno inizia il percorso per te, giovane, che intendi raccogliere la sfida del discernimento! Si tratta di alcuni strumenti e della possibilità di confrontarti per imparare pian piano ad orientarti verso la strada che il Signore ha sognato per te, qualunque sia la tua chiamata. Il percorso è animato dai frati e dalle suore francescane in collaborazione con i laici del Terz'Ordine Francescano.


Appuntamento una domenica pomeriggio al mese, dalle 15.00 alle 20.30
Monastero Santa Chiara - F A E N Z A
♦   1 Dicembre 2013. 
"Per dove si va? Nella vita c'è una direzione ... ma quale?"
♦   26 Gennaio 2014. 

"Apri quella porta! Alla ricerca dei tuoi desideri"
♦   23 Febbraio 2014. 

"La cassetta degli attrezzi ovvero: il cuore e il manuale dell'utente"
♦   30 Marzo 2014. 

"Prove di volo... l'ebrezza e la paura del decidere"

Info:
sr. emilia: emilia.miraglia@libero.it
fr. giuseppe: fragiuz@virgilio.it

venerdì 15 novembre 2013

Vivere Francesco nel mondo

SABATO 16 NOVEMBRE
alle ore 21.00 nel Santuario, veglia di preghiera in preparazione alle professioni di alcuni fratelli e sorelle dell’Ofs
DOMENICA 17 NOVEMBRE
alle ore 9.30 solenne celebrazione Eucaristica nel Santuario, durante la quale ci saranno le Professioni Temporanee e Definitive;
al termine, verrà distribuito a tutti i fedeli il pane benedetto di S.Elisabetta.


SABATO POMERIGGIO E DOMENICA MATTINA SARA’ ALLESTITA UNA PICCOLA VENDITA DI TORTE FATTE IN CASA. IL RICAVATO SARA’ DEVOLUTO PER OPERE DI CARITA’ FRANCESCANE.

Chi è S. Elisabetta? 

Una regina! Che dopo la morte del marito si dedica totalmente alla carità. Elisabetta vive in pienezza il carisma francescano nel suo essere donna nel mondo e nello stato di vita laicale. Il Terz'Ordine Francescano (ofs) fu fondato da Francesco stesso ed è formato da quanti si riconoscono nella spiritualità francescana e intendono viverla nella condizione secolare.
L’Ofs ti invita a conoscere la spiritualità Francescana partecipando
ad alcuni incontri per simpatizzanti presso il Convento del S.S. Crocifisso.
Per informazioni rivolgersi ad Anna Rabiti tel.0543951298

domenica 3 novembre 2013

Camminando nella santità,
con fede...
In continuo allenamento!!!

Anche quest'anno le Suore Francescane di Longiano propongono un percorso rivolto a ragazze per riconoscere nella vita quotidiana la pienezza di un’avventura nello Spirito verso un’autentica felicità.


ITINERARIO 2013- 2014
Insieme lasciandoci provocare dall’esperienza di conversione delle Madri del deserto per “allenare” i nostri passi ad una sequela più incarnata di Gesù.

10 Novembre:  “La tua fede ti ha salvata”;
Allenarsi tramite:
01 Dicembre: la lotta ai pensieri: “…tu non pensi secondo Dio”;
12 Gennaio:  la lotta alle passioni: “la bellezza che si incontra”;
09 Febbraio: il digiuno: “come si riceve un dono”;
09 Marzo: il dominio della lingua: “il linguaggio della salvezza”;
25 -27 Aprile: Week - end conclusivo ad Assisi.

Gli incontri si svolgeranno a Longiano, presso la comunità delle Suore. Inizieranno alle ore 9.00 e termineranno con il pranzo.

Per info: Comunità di Longiano (FC)
sfmalongiano@libero.it
0547.665951

Ecco il programma e una variazione di orario relativamente al PRIMO APPUNTAMENTO:

Si avvicina l'inizio del nostro percorso insieme che ci vedrà quest'anno "IN CONTINUO ALLENAMENTO" nel nostro cammino di fede a confronto con le Madri del deserto!!
Il primo incontro è per domenica 10 Novembre! Ci sarà però una variazione d'orario perchè qui a Longiano si celebra la consueta festa del ringraziamento: è una Celebrazione Eucaristica in cui si ringrazia il Signore per tutti i doni e frutti della terra!

L'orario per quella giornata che avrà come tema: "La tua fede ti ha salvata”, sarà:
ore 9.00:  ritrovo da noi Suore e riflessione;
ore 11.00: S. Messa di ringraziamento in Santuario;
pranzo; 
pomeriggio fino alle 16.00 circa!

Come sempre vi chiediamo di farci sapere chi ci sarà per "motivi logistici"!
Vi aspettiamo e vi auguriamo una buona giornata 
Le Suore di Longiano

venerdì 1 novembre 2013

Felici siete voi!


“Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli”
Oggi e domani, Solennità di tutti i Santi e Commemorazione dei Defunti, costituiscono uno speciale osservatorio, uno sguardo profondo ed insieme panoramico sulla nostra vita, sui passi sin qui percorsi, su quelli che rimangono da compiere, soprattutto sul senso del nostro viaggio. Che è in buone mani, quelle di Dio e della compagnia dei Santi -quanti volti cari!- che ci custodiscono ed attendono.
Le Beatitudini che Gesù ci propone ci assicurano della bontà della nostra rotta, soste panoramiche incluse, perché sono insieme strada e meta, pezzetto di cielo presente anche nei passi più faticosi.

Buona solennità, buon cammino!

lunedì 28 ottobre 2013

Il Vangelo di domenica
per vivere bene la settimana

In quel tempo, Gesù disse ancora questa parabola per alcuni che presumevano di esser giusti e disprezzavano gli altri:
«Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l'altro pubblicano. Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: O Dio, ti ringrazio che non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adulteri, e neppure come questo pubblicano. Digiuno due volte la settimana e pago le decime di quanto possiedo. Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: O Dio, abbi pietà di me peccatore.
Io vi dico: questi tornò a casa sua giustificato, a differenza dell'altro, perché chi si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato».
Lc 18,9-14

La preghiera del pubblicano è semplice e umile come quella della gente che non sa comporre lunghi discorsi. Riesce solo a dire: «O Dio, abbi pietà di me peccatore», una preghiera breve ma umile, intensa e sincera. Non prove nemmeno ad elencare i propri peccati, impossibili per lui da catalogare e non formula nessun proposito specifico, perché gli hanno fatto credere che è incapace di mantenerli. La sua scarna preghiera serve a stabilire un bel dialogo di amore con Dio, che legge nel cuore di ciascuno le parole che avremmo voluto dire e che non abbiamo saputo dire.
La conclusione di Gesù è perentoria e chiara: dovettero risuonare sconcertanti e scandalose, perché operavano un capovolgimento delle aspettative e delle convinzioni correnti. La preghiera del fariseo è respinta da Dio che ha ribrezzo dei superbi, invece gli è gradita quella del pubblicano, perché egli accoglie con amore gli umili. Il racconto non contiene nessuna denigrazione del fariseo, ma indica che Dio non può accettare chi si vanta sfacciatamente dei suoi meriti e vanta pretese con lui. L’umile richiesta di perdono e il riconoscimento della propria povertà spirituale meritano la giustificazione, cioè la salvezza di Dio. Nessuno è veramente grande davanti a Dio, se non sa farsi piccolo.
don Oscar Battaglia

giovedì 17 ottobre 2013

Arriva il doposcuola!!!

Finalmente riparte l'avventura del DOPOSCUOLA. Per i bambini delle scuole elementari, per i ragazzi delle medie e anche della prima classe superiore una grande opportunità di crescita, di aiuto e di collaborazione! Ecco qui di seguito gli orari e i contatti...
Buon lavoro!!!


Elementari... 


...medie... 




...e anche superiori!

domenica 13 ottobre 2013

Riapre la saletta!!!

Una bella notizia per tutti i ragazzi e i giovanissimi!
Finalmente ha riaperto i battenti la "Saletta": uno spazio aggregativo per crescere insieme con tanti amici ed educatori simpatici. Un ambiente bello, sano, dove il divertimento e la crescita non sono cose diverse...
Vieni a farci visita!


martedì 8 ottobre 2013

Riprende il cammino di
Scuola della Parola

La Parola di Dio è all'opera dentro la storia. Dio cerca l'uomo e desidera intessere un dialogo con lui. Così difficile, però, ascoltarlo... molte sono le cose che ci distolgono da quell'attenzione spirituale necessaria per accogliere gli appelli del Signore!

La Sacra Scrittura è un luogo privilegiato dove la Parola di Dio prende carne. Leggendo il Vangelo in profondità, tanti uomini e donne hanno incontrato il Dio vivente!


Ogni anno, da ottobre ad aprile, una serie di appuntamenti aperti a tutti ci aiuta ad entrare in un diverso libro delle Sacre Scritture, dai Salmi al libro dell'Esodo, dalle lettere di Paolo ai vangeli. In questi anni abbiamo potuto apprezzare come la conoscenza di alcune chiavi interpretative e l'utilizzo di semplici strumenti letterari permettono a ciascuno di poter orientarsi dentro la Bibbia; e questo diventa tanto più appassionante nella misura in cui ci rendiamo conto che in questo libro sono svelati i criteri dell'esistere!

Gli incontri si svolgono la seconda domenica di ogni mese nel tardo pomeriggio/sera e sono aperti a tutti coloro che intendono "capirci qualcosa in più"...


Il percorso del 2013-2014 inizia il 13 ottobre alle 17.00 e proseguirà sino ad aprile. Saranno alcuni dei PERSONAGGI DEL VANGELO DI GIOVANNI a guidarci nel cammino di quest’anno: Nicodemo, la Samaritana, Maria di Betania, Giuda Iscariota… Lo studio dei personaggi nell’analisi dei testi biblici si rivela come uno dei più accattivanti e fecondi per le ricadute nella vita spirituale di ogni cristiano; molti dei loro “cammini” sono anche i nostri!
 


INFO:
Fra mirko
327-6606428
framirk@yahoo.it

venerdì 4 ottobre 2013

Una testimonianza
di fr. Tommaso

Il 4 ottobre alle 16.00, presso la Basilica del Santo di Padova, il nostro fratello Tommaso Farnè ha emesso la professione solenne dei voti; ha cioè pronunciato il suo sì a Dio per tutta la vita. Siamo grati al Signore immensamente per il dono di questo fratello e ci sttringiamo a lui con l'affetto e la preghiera!

Fr. Tommaso ci dona la sua testimonianza:

Cari amici, il Signore vi dia pace. Con gioia e un pizzico di emozione ho chiesto ai miei confratelli di potervi incontrare su queste pagine, per condividere il passaggio importante e atteso a cui è giunto il mio cammino di discernimento vocazionale, iniziato ufficialmente con l’entrata in pre-Postulato a Longiano durante i Primi Vespri dell’Immacolata nel 2005:  vorrei provare a raccontarvi la gioia che porto dentro dando voce ad alcune pagine importanti della mia storia, perché “dietro” a questi ultimi anni in convento ci sono i miei primi ventisei anni di vita, compresi come fondante e benedetto tempo di rivelazione. Sappiamo bene quanto Dio prediliga agire “nascosto” nella ferialità delle nostre esistenze, senza eclatanti e fuorvianti eroismi: con me ha fatto proprio così, disseminando copiosamente la mia normale vita di persone, fatti e parole gravidi di grazia. E quando a Lui è piaciuto, ha iniziato lentamente a ricapitolare…e lì ho scoperto che Dio ha sempre avuto cura di me, anche se in modi a volte misteriosi.

martedì 1 ottobre 2013

Francesco, uomo affascinante!

Che Francesco eserciti oggi un fascino e che appaia attuale tutti ne convengono. C'è, in quest'uomo, qualcosa di limpido e di luminoso che s'impone come una presenza. Alcuni sono affascinati dal ragazzo e dal poeta, ingenuo, semplice, fraterno in mezzo agli esseri viventi. E' da uomo libero, distaccato, schiavo di nulla che egli si muove tra gli uomini e le cose con disinvoltura e con una tenerezza che permette di esistere.  
Fratello di tutti, egli li spinge al meglio di se stessi, insegna loro, senza dominio e senza alcuna pretesa, come diventare uomini di riconciliazione, servitori gli uni degli altri. Attento, per intuizione o segreta affinità, al suo tempo e agli avvenimenti, egli li raggiunge e dà, quasi con facilità, una risposta al livello più profondo.
Cristiano, egli accoglie il messaggio del Vangelo, con una serietà estrema, spesso alla lettera. Di fronte a una Chiesa svigorita e sistemata, di fronte ad una società tutta dedita alla conquista della ricchezza e del potere, egli rimane povero, senza alzare la voce, senza recriminare, usando la sua vita come unico elemento di contestazione. Questa Chiesa, sebbene così lontana dal Vangelo che egli professa, egli non la giudica e non l'abbandona; ne fa la sua dimora, a causa del Cristo e dello Spirito che vi trova.
T. Matura

Vi invitiamo a festeggiare insieme a noi l'uomo "tutto evangelico". Egli, per noi frati, resta il padre santo, la luce della patria, la forma di vita dei Minori, lo specchio di virtù, la via della rettitudine, la regola dei costumi, così come recita un antico inno che cantiamo ogni giorno a mezzogiorno.

In santuario, venerdì 4 ottobre, la S. Messa della Solennità di San Francesco sarà alle 20.30.


Giovedì 3 ottobre alle 20.30, a Cesena nella chiesa delle Clarisse Cappuccine, commemoriamo il Transito del Padre Francesco da questo mondo al cielo.
In cattedrale, il vescovo incontra i religiosi della diocesi e concelebra con loro la S. Messa venerdì 4 ottobre alle 18.

domenica 29 settembre 2013

Il primo capitolo della nuova comunità dei frati

Per iniziare bene il cammino della nostra nuova comunità, abbiamo deciso di prenderci due giorni interi (il 23 e il 24 settembre) di pace per poter pregare insieme e cominciare a programmare la nostra vita e le nostre attività. Veniamo da luoghi diverse e con esperienze diverse: questa è una grande ricchezza, se condivisa! Prendersi del tempo per scambiarci pareri, ascoltarci, sapere cosa vive nel cuore dell'altro... tutto questo ci è sembrato una priorità!


A S. Giorgio in Ceparano [clicca qui se ti interessano alcune notizie su questo luogo vicino e meraviglioso: SanGiorgio] abbiamo così meditato sul fondamento della vita in fraternità, impostato alcune linee della nostra vita comunitaria (orari, servizi, compiti di ciascuno) e del ministero che ci viene affidato. Il Signore ci ha benedetti in molti modi: dalla grazia grande di poter condividere il cammino e la sequela, alle gioie semplici date dal sole, dalla natura e dal silenzio. Chiediamo a tutti voi, amici, il sostegno della preghiera per poter vivere davvero secondo il Vangelo del Signore Gesù... e viverlo insieme!


giovedì 26 settembre 2013

Festival Francescano... in cammino


Siamo alle porte della quinta edizione del Festival Francescano. Anche quest'anno sarà a due passi a noi: si svolgerà nel centro storico di Rimini nei giorni 27/28/29 settembre. Il ricco programma raccoglie una grande varietà di iniziative (spettacoli, conferenze, preghiera, mostre, concerti [di De Gregori, per esempio]...) accomunate dal tema "in cammino": pellegrinaggio, itineranza, cammino... Come a ricordarci che quello francescano è un carisma "on the road", sempre in movimento.
Sul sito www.festivalfrancescano.it potete trovare tutto il programma... e sappiate che lì in piazza troverete anche noi! A portare qualche testimonianza o qualche semplice informazione...
Ci vediamo a Rimini nei prossimi giorni!

Festival Francescano su Facebook e su Twitter

domenica 22 settembre 2013

Giovani verso Assisi 2013


Cari giovani amici,
anche quest'anno - nonostante i cambiamenti che ci coinvolgono - vi proponiamo con particolare "letizia" di partecipare al Convegno nazionale Giovani verso Assisi. Con il 2013 giungiamo alla trentaquattresima edizione! Quest'anno ci verrà proposto un tema schiettamente francescano: Qui è la vera e perfetta letizia.
Segnatevi subito le date: dal 30 ottobre al 3 novembre. E non perdete tempo prima di iscrivervi... entro il 1 ottobre. Potete leggere il programma di questa edizione, e poi inviare i vostri dati attraverso il modulo di iscrizione on-line, infatti quest'anno per tutti i ragazzi del nord Italia, compresi noi dell'Emilia Romagna, l'iscrizione passa attraverso internet... grazie al sito di pastorale giovanile vocazionale della nostra Provincia: www.riparalamiacasa.it.
Per informazioni potete rivolgervi a noi del Convento di Longiano (in particolare fr. Mirko e fr. Giuseppino: 0547 665025) e ai frati del CPV di Camposampiero (oasigiovani@riparalamiacasa.it).
Vi aspettiamo numerosi!


giovedì 12 settembre 2013

Un invito aperto a tutti!

Cari amici, il nuovo anno sociale sta per iniziare e così anche la vita e le attività del Santuario del Crocifisso e delle realtà ad esso collegate.
In particolare, domenica 22 settembre alle 9.30, con la Santa Messa inizieremo il cammino della nuova comunità dei frati. Vogliamo, cioè, condividere con tutti voi la gioia di essere chiamati a vivere come famiglia francescana in questo territorio che amiamo! Sarà così l’occasione non solo per salutare i due nuovi fratelli arrivati a Longiano, fr. Giuseppino e fr. Carlos, ma anche per ritrovarsi tutti insieme: frati, suore, Arciconfraternita, Terz’Ordine Francescano, Associazione di Volontariato e tutti gli amici del santuario. Al termine della Messa vivremo un momento di fraternità semplice con un aperitivo nel chiostro.
Siete tutti invitati!

giovedì 1 agosto 2013

1-2 agosto: il Perdon di Assisi

Una delle parole più frequenti in Papa Francesco è misericordia. In un Angelus ha detto: “Dio non si stanca di perdonarci, siamo noi che ci stanchiamo di chiedergli il perdono”.
In tempi della Chiesa in cui il perdono non era così ‘fruibile’ come lo è oggi per noi (bisognava ‘acquistarlo’ con faticosi e rischiosi pellegrinaggi penitenziali che impegnavano la vita a ridiventare buona), san Francesco d’Assisi ebbe l’ardire e la pazzia (dei santi!) di inventare -ed ottenere da Papa Onorio III- quell’indulgenza che è chiamata Perdon d’Assisi.
Quasi al centro dell’estate, nell’Anno della Fede, accogliamo questo buon regalo come occasione di bene e di crescita per noi e per altri, in un circolo virtuoso d’amore.

Buon Perdon d’Assisi!

In santuario celebreremo la Messa del 2 agosto alle 20.30

venerdì 26 luglio 2013

Come Mosè innalzò il serpente nel deserto...

Oggi, 26 luglio, ricorre la Solennità del Crocifisso di Longiano! Dalla croce Gesù ci guarda e ci accooglie ricordandoci che è nella sua misericordia e nel suo dono che possiamo essere salvati...
Leggiamo, nella liturgia, del popolo in cammino nel deserto che fu preso dalla mormorazione e dalla incapacità di cogliere i segni della provvidenza di Dio lungo la strada. Il lamento e la mormorazione diventano per gli Ebrei nel deserto dei serpenti brucianti che mordono e tolgono la vita (Nm 21,4-9). Così anche noi spesso siamo incapaci di guardare ai tanti segni di bontà e di bellezza che il Creatore diffonde nella nostra vita e ci chiudiamo nel circolo del pessimismo e della recriminazione, un circolo che ci toglie il respiro e soffoca l'esistenza. Alla mormorazione contro Dio e contro gli altri, il Signore Gesù ha preferito invece la via dell'umiltà e della condivisione, così come Paolo ci ricorda in Fil 2,6-11.
Guardiamo dunque al Signore Gesù per chiedere salute e protezione, così come fece il popolo nel deserto che sollevò lo sguardo sul serpente di bronzo (Gv 3,13-17); ma molto più contempliamo il Crocifisso per imparare il suo stile, i sentimenti e i pensieri del Cristo, e trasformarli in concretezza esistenziale!
A tutti buona festa!

Oggi alle ore 11 il vescovo Douglas presiederà la Messa solenne. Alle 18 prenderà avvio dal santuario la processione per le vie del paese con l'immagine del Crocifisso, seguita, alle 19, dalla S. Messa.

martedì 23 luglio 2013

Ecco la nuova comunità

Cari amici, come previsto il Capitolo provinciale porta grandi novità per la comunità del Convento SS. Crocifisso di Longiano.
Alcuni frati prossimamente ci lasceranno:
fr. Fabio Mazzini, il guardiano, inizierà in settembre un periodo di preparazione in vista della partenza per la Delegazione Provinciale del Cile;
anche fr. Jack Ginting nella primavera 2014 partirà per un'esperienza missionaria in Cile;
più breve il viaggio previsto per fr. Nikolas Sukana che sarà di comunità a Bellariva di Rimini.
A questi nostri fratelli va tutta la nostra gratitudine e l'augurio - con un po' di nostalgia - di un cammino fecondo e ricco di gioia!

Ed ecco i nomi dei frati che comporranno la nuova comunità, a partire da settembre:
il nuovo guardiano è fr. Mirko Montaguti, già di comunità a Longiano dal 2006;
resta la nostra colonna fr. Antonio Carigi, longianese anche di origine;
resta anche fr. Valerio Folli, anche se spesso dovrà assentarsi a causa del suo nuovo ufficio di Definitore Provinciale e di Responsabile dell'Animazione Missionaria.
Siamo poi felicissimi di accogliere fr. Giuseppino Sabbioni, di 45 anni, lombardo di origine e negli ultimi anni impegnato presso il Villaggio Sant'Antonio di Noventa Padovana, e fr. Carlos Galeano, di 48 anni, del lontano Paraguay ma da anni in Italia e dal 2007 di comunità alla Basilica del Santo di Padova.

Alla preghiera di tutti gli amici del Santuario raccomandiamo la nuova comunità, confidando che il Signore non mancherà di benedire il nostro cammino insieme!

Il giuramento del nuovo guardiano

sabato 20 luglio 2013

La festa del Crocifisso

Ha avuto inizio la Novena di preparazione alla festa del Santissimo Crocifisso (17-25 luglio). Le Ss. Messe sono presiedute da P. Tito Paolo Zecca dei Padri Passionisti, di Moricone (Roma). Sono invitati i parroci e le comunità parrocchiali.

Ecco il programma dettagliato della Novena:

Mercoledì 17 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Savignano (S. Lucia, Cesare, S. Giovanni in Compito e Castelvecchio)

Giovedì 18 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Bagnolo, Cento, Monteleone, Musano, S. Paola e Roncofreddo

Venerdì 19 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Calisese e Badia

Sabato 20 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Gatteo, S. Angelo, Macerone e Ruffio

Domenica 21 luglio:
ore 16,00 S. Messa con Sacramento dell'Unzione degli Infermi
ore 18,00 S. Messa della Novena

Lunedì 22 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Madonna del Fuoco, Montenovo e Montiano

Martedì 23 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Gambettola, Bulgaria e Bulgarnò

Mercoledì 24 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Borghi, Budrio, Longiano e Balignano

Giovedì 25 luglio (ore 20,30): Parrocchie di Crocetta, Montilgallo, S. Lorenzo e Arciconfraternita del Crocifisso


Ecco invece il programma religioso del giorno della festa (Venerdì 26 luglio):

ore 6,00 apertura del Santuario

Ss. Messe ore 6,30 - 7,30 - 8,30 - 9,30

ore 11,00 S. Messa solenne presieduta dal Vescovo Douglas Regattieri

ore 17,30 S. Rosario

ore 18,00 Processione con l’immagine del Crocifisso accompagnata dal Complesso strumentale bandistico “CITTÀ di S. MAURO PASCOLI”

ore 19,00 S. Messa in suffragio dei benefattori e defunti dell’Arciconfraternita

lunedì 15 luglio 2013

Ancora capitolo?!?

Oggi 15 luglio a Camposampiero (PD) ha avuto inizio la seconda parte del capitolo provinciale dei frati. Se nella prima parte (celebrata in aprile) i frati hanno potuto verificare il vissuto degli ultimi 4 anni ed eleggere il nuovo governo della Provincia (il ministro provinciale e i suoi otto consiglieri), ora sono chiamati a progettare le linee su cui camminare nel prossimo quadriennio. Oltre alle accentuazioni riguardanti la vita dei frati (nei suoi vari aspetti), si prenederanno in considerazione anche questioni particolari relative a qualche attività o opera specifica. In questo periodo avrà poi luogo la scelta dei guardiani dei vari conventi e inizierà a delinearsi la formazione delle diverse comunità del territorio.
Si tratta di un momento delicato e importante per la vita dei frati, i quali saranno impegnati fino al 25 luglio; accompagnateci con la vostra preghiera, perchè le scelte e le riflessioni siano fatte secondo lo Spirito del Signore!

venerdì 28 giugno 2013

C'entro anch'io!!!

Anche quest’anno è stato attivato il centro estivo per i bambini delle scuola primarie di Longiano e della zona, che si svolge presso i locali del convento francescano del SS. Crocifisso e nel campetto adiacente.
Patrocinato del Comune di Longiano e dalla collaborazione con l’Assiprov della Provincia di Forlì-Cesena, il centro estivo è iniziato lunedì 10 giugno e sarà attivo fino a venerdì 19 luglio, per un totale di 3 turni di 2 settimane ciascuno. Il centro estivo è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18, ma l’orario è flessibile per andare incontro ai genitori che lavorano. Sono previste anche 2 uscite settimanali (il martedì e il giovedì): al mare, in montagna o nei parchi di divertimento. Responsabile del centro estivo è Damiano Garattoni, educatore del doposcuola. Con lui collaborano 2 ragazze del servizio civile (Elisa Farina e Francesca Batani) e Roberto Dalmo. Insieme a loroi si aggiungono altri 9 volontari del centro giovanile “Forza venite gente”.
Le giornate sono strutturate a partire da un progetto, che include attività di laboratorio, giochi e momenti di studio, ma soprattutto dal desiderio di aiutare i bambini a stare insieme e crescere nel rispetto reciproco. Il principio guida è quello dell’accoglienza di tutti, infatti ci sono bambini di diverse età, dalla prima alla quinta elementare, e di culture e religioni diverse.

C’ENTRO ANCH’IO centro estivo dell’Associazione “Homo Viator. Per l’umanità in crescita” e del Circolo/Oratorio ANSPI “Forza Venite Gente” presso la comunità dei frati di Longiano
Per info: fr. Valerio 3277137241

martedì 25 giugno 2013

Un consiglio per l'estate

La bellezza della natura ci ricorda che siamo stati posti da Dio a "coltivare e custodire" questo "giardino" che è la Terra (cfr Gn 2, 8-17). Ecco, se gli uomini vivono in pace con Dio e tra di loro, la Terra assomiglia veramente a un "paradiso". Il peccato purtroppo rovina sempre di nuovo questo progetto divino, generando divisioni e facendo entrare nel mondo la morte. Avviene così che gli uomini cedono alle tentazioni del Maligno e si fanno guerra gli uni gli altri. La conseguenza è che, in questo stupendo "giardino" che è il mondo, si aprono anche spazi di "inferno". In mezzo a questa bellezza non dobbiamo dimenticare le situazioni nelle quali si trovano, a volte, dei nostri fratelli e delle nostre sorelle.

Papa Benedetto XVI, Angelus, 22 luglio 2007

giovedì 6 giugno 2013

Festa di S. Antonio di padova

E' tradizione del nostro Santuario, celebrare la festa di S. Antonio di Padova, il Santo che, sull'esempio di Gesù, ebbe sempre una predilezione grande per i bambini che incontrava e benediceva, in ogni città dove andava a predicare. E i bambini sapevano come ricambiare questo suo amore per loro. Per questo, appena morto, furono proprio i bambini ad uscire per le strade di Padova, gridando: "E' morto il padre santo! E' morto S. Antonio!".
Anche questo anno per intercessione di S. Antonio di Padova vogliamo chiedere una particolare benedizione a Dio su tutti i bambini, in modo speciale su quelli nati dal maggio 2012 al maggio 2013 e sulle mamme in attesa.


Ecco il programma del santuario:
Giovedì 13 giugno ore 20.30 
S. Messa con benedizione per i bambini, ragazzi e mamme in attesa
Se possibile, i bambini portino un fiore da offrire al Santo.

lunedì 3 giugno 2013

Al lavoro!!!


Davvero due week-end all’insegna della semplicità e della fraternità quelli trascorsi al Villaggio san Francesco il 24-26 maggio e il 31maggio-2giugno. Giunti al Passo dei Mandrioli, ci ha spaventato la mole delle cose da fare per la riapertura della casa all’ospitalità dei gruppi; ma un po’ di buona volontà e la gioia di stare insieme hanno dato frutto. Un frutto non solo “pratico” (una casa accogliente e “pronta” per la stagione estiva), ma anche - e soprattutto - un frutto bello e gustoso per quanto riguarda la comunione sperimentata tra noi e la gioia nel vivere le cose semplici.


I protagonisti di queste giornate si sono avvicendati in base alla disponibilità di ciascuno… Miriam ed Agnese, Angela, Vale e Vale, Giorgione e Giovanna, Serena, fr. Mirko e Iulian, Stefano, Gino e Mirko, Michele e Valentina, Andrea, Marcella e il piccolo Enea, Antonio, Luana, Valentina e Teresa, Marta ed Emanuele, Ginaldo e Gabri, Gaetano. Ognuno ha dato ciò che ha saputo e potuto… e insieme abbiamo fatto molto! La preghiera che ha scandito umilmente le nostre giornate ha fatto il resto.
Molti i momenti “speciali” nella ferialità del servizio: dalle serate passate davanti al caminetto raccontando qualcosa di noi, alla gara a chi trovava l’oggetto più strano abbandonato dai ragazzi nelle camerate da pulire; dai manicaretti di Gaetano, alla nevicata abbondante il 25 di maggio mentre si pulivano i vetri; dalla solenne e "pittoresca" processione del Corpus Domini a Badia Prataglia, alla raccolta del tappeto di mosche morte rinvenuto nella chiesa chiusa da 9 mesi. Davvero abbiamo sperimentato che "non serve molto per essere felici"!
A ciascuno un grazie di cuore!

martedì 28 maggio 2013

Per i giovani: dai Mandrioli a Roma, passando per Assisi

Credo?!? ...sui passi della fede...

11 - 18 Agosto 2013


Un itinerario per giovani dai 18 ai 25 anni alla riscoperta dei contenuti forti della nostra fede.





Attraverso l'incontro con la creazione, con l'esperienza di Francesco di Assisi e dei primi cristiani, avremo occasione di riflettere sulla nostra storia di fede, sulla bellezza del messaggio di Gesù e sul senso del credere dentro la comunità cristiana.

L'itinerario si svolge in tre luoghi significativi: il Villaggio san Francesco, Assisi e Roma. Gli spostamenti saranno fatti con pulmino, ma sono previste anche escursioni a piedi non troppo faticose.
I posti sono limitati: affrettati ad iscriverti!
Iscriviti contattando frà Mirko (framirk@yahoo.it)  
entro metà Giugno.

mercoledì 22 maggio 2013

Il coro del santuario

Già da molti anni presta servizio presso il Santuario un piccolo coro polifonico. Si tratta di un gruppo di persone animate dal desiderio di rendere più decorosa e raccolta la liturgia di alcuni particolari appuntamenti, come le Solennità dell'anno liturgico (Natale, Pasqua), le occasioni di pellegrinaggio al Santuario (venerdì di Quaresima, festa del 26 luglio, festa del miracolo, Epifania, festa del ringraziamento) e alcune importanti ricorrenze legate alla tradizione francescana (S. Francesco d'Assisi, S. Antonio di Padova, Solennità dell'Immacolata).
Il coro, di circa 20 elementi, canta a tre voci (soprani, contralti e bassi) ed esegue un repertorio semplice che va da alcuni brani antichi (XIII secolo, XV secolo) a pezzi di autori contemporanei di musica liturgica. Il coro è un luogo dove sperimentare anzitutto la gioia di cantare e di pregare cantando; lo spirito di servizio che anima ciascuno è quello di favorire nelle persone la preghiera e la partecipazione alla liturgia.

Si tratta di un coro "dilettantistico", dunque non si richiedono particolari capacità, se non il gusto di cantare e la gioia di mettersi a servizio con ciò che si ha e si è. Questo è dimostrato anche dal clima di accoglienza e di serena allegria che si respira durante le prove. Le prove di canto si svolgono secondo un calendario concordato di volta in volta con i cantori così da favorire il più possibile la partecipazione di tutti.

Saremo felice se vorrai unirti a noi!
Per informazioni puoi contattare fra mirko (framirk@yahoo.it).

Le prossime prove di canto si terranno martedì 28 maggio alle 21.00.
Il prossimo impegno di animazione è la liturgia eucaristica nel giorno di S. Antonio di Padova, giovedì 13 giugno alle 20.30.

sabato 18 maggio 2013

Vieni, Spirito Santo!

"Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre" (Gv 14,16).

Con grande riconoscenza siamo invitati ad accogliere il dono dello Spirito che oggi si rinnova nel cuore della Chiesa e di ciascuno di noi!
Egli è il Paraclito, il "Chiamato accanto" per consolarci e difenderci da ogni male.
E' il Respiro Eterno che lo stesso Signore Gesù ha voluto per noi, domandandolo al Padre con la Sua preghiera filiale.
La solennità di Pentecoste, in fondo, ci rivela ancora una volta il grande desiderio di Dio: essere sempre con tutti gli uomini e le donne di ogni tempo, con una dedizione senza misura! Tutta la Santa Trinità desidera farci abitare nella sua compagnia: il Figlio prega per noi, il Padre invia a noi, lo Spirito rimane con noi!
E dunque accogliamo il Dono: Vieni, nostro Respiro e nostra Vita!

Buona solennità di Pentecoste!

Una cartolina di fr. Giovanni, ministro provinciale