venerdì 28 giugno 2013

C'entro anch'io!!!

Anche quest’anno è stato attivato il centro estivo per i bambini delle scuola primarie di Longiano e della zona, che si svolge presso i locali del convento francescano del SS. Crocifisso e nel campetto adiacente.
Patrocinato del Comune di Longiano e dalla collaborazione con l’Assiprov della Provincia di Forlì-Cesena, il centro estivo è iniziato lunedì 10 giugno e sarà attivo fino a venerdì 19 luglio, per un totale di 3 turni di 2 settimane ciascuno. Il centro estivo è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18, ma l’orario è flessibile per andare incontro ai genitori che lavorano. Sono previste anche 2 uscite settimanali (il martedì e il giovedì): al mare, in montagna o nei parchi di divertimento. Responsabile del centro estivo è Damiano Garattoni, educatore del doposcuola. Con lui collaborano 2 ragazze del servizio civile (Elisa Farina e Francesca Batani) e Roberto Dalmo. Insieme a loroi si aggiungono altri 9 volontari del centro giovanile “Forza venite gente”.
Le giornate sono strutturate a partire da un progetto, che include attività di laboratorio, giochi e momenti di studio, ma soprattutto dal desiderio di aiutare i bambini a stare insieme e crescere nel rispetto reciproco. Il principio guida è quello dell’accoglienza di tutti, infatti ci sono bambini di diverse età, dalla prima alla quinta elementare, e di culture e religioni diverse.

C’ENTRO ANCH’IO centro estivo dell’Associazione “Homo Viator. Per l’umanità in crescita” e del Circolo/Oratorio ANSPI “Forza Venite Gente” presso la comunità dei frati di Longiano
Per info: fr. Valerio 3277137241

martedì 25 giugno 2013

Un consiglio per l'estate

La bellezza della natura ci ricorda che siamo stati posti da Dio a "coltivare e custodire" questo "giardino" che è la Terra (cfr Gn 2, 8-17). Ecco, se gli uomini vivono in pace con Dio e tra di loro, la Terra assomiglia veramente a un "paradiso". Il peccato purtroppo rovina sempre di nuovo questo progetto divino, generando divisioni e facendo entrare nel mondo la morte. Avviene così che gli uomini cedono alle tentazioni del Maligno e si fanno guerra gli uni gli altri. La conseguenza è che, in questo stupendo "giardino" che è il mondo, si aprono anche spazi di "inferno". In mezzo a questa bellezza non dobbiamo dimenticare le situazioni nelle quali si trovano, a volte, dei nostri fratelli e delle nostre sorelle.

Papa Benedetto XVI, Angelus, 22 luglio 2007

giovedì 6 giugno 2013

Festa di S. Antonio di padova

E' tradizione del nostro Santuario, celebrare la festa di S. Antonio di Padova, il Santo che, sull'esempio di Gesù, ebbe sempre una predilezione grande per i bambini che incontrava e benediceva, in ogni città dove andava a predicare. E i bambini sapevano come ricambiare questo suo amore per loro. Per questo, appena morto, furono proprio i bambini ad uscire per le strade di Padova, gridando: "E' morto il padre santo! E' morto S. Antonio!".
Anche questo anno per intercessione di S. Antonio di Padova vogliamo chiedere una particolare benedizione a Dio su tutti i bambini, in modo speciale su quelli nati dal maggio 2012 al maggio 2013 e sulle mamme in attesa.


Ecco il programma del santuario:
Giovedì 13 giugno ore 20.30 
S. Messa con benedizione per i bambini, ragazzi e mamme in attesa
Se possibile, i bambini portino un fiore da offrire al Santo.

lunedì 3 giugno 2013

Al lavoro!!!


Davvero due week-end all’insegna della semplicità e della fraternità quelli trascorsi al Villaggio san Francesco il 24-26 maggio e il 31maggio-2giugno. Giunti al Passo dei Mandrioli, ci ha spaventato la mole delle cose da fare per la riapertura della casa all’ospitalità dei gruppi; ma un po’ di buona volontà e la gioia di stare insieme hanno dato frutto. Un frutto non solo “pratico” (una casa accogliente e “pronta” per la stagione estiva), ma anche - e soprattutto - un frutto bello e gustoso per quanto riguarda la comunione sperimentata tra noi e la gioia nel vivere le cose semplici.


I protagonisti di queste giornate si sono avvicendati in base alla disponibilità di ciascuno… Miriam ed Agnese, Angela, Vale e Vale, Giorgione e Giovanna, Serena, fr. Mirko e Iulian, Stefano, Gino e Mirko, Michele e Valentina, Andrea, Marcella e il piccolo Enea, Antonio, Luana, Valentina e Teresa, Marta ed Emanuele, Ginaldo e Gabri, Gaetano. Ognuno ha dato ciò che ha saputo e potuto… e insieme abbiamo fatto molto! La preghiera che ha scandito umilmente le nostre giornate ha fatto il resto.
Molti i momenti “speciali” nella ferialità del servizio: dalle serate passate davanti al caminetto raccontando qualcosa di noi, alla gara a chi trovava l’oggetto più strano abbandonato dai ragazzi nelle camerate da pulire; dai manicaretti di Gaetano, alla nevicata abbondante il 25 di maggio mentre si pulivano i vetri; dalla solenne e "pittoresca" processione del Corpus Domini a Badia Prataglia, alla raccolta del tappeto di mosche morte rinvenuto nella chiesa chiusa da 9 mesi. Davvero abbiamo sperimentato che "non serve molto per essere felici"!
A ciascuno un grazie di cuore!