mercoledì 25 dicembre 2013

Auguri!


Ecco a voi, amici del Santuario, i nostri auguri, 
fatti con le parole celeberrime del vescovo Tonino Bello:

Tanti auguri scomodi, cari fratelli!
Gesù che nasce per amore vi dia la nausea di una vita egoista, assurda, senza spinte verticali e vi conceda di inventarvi una vita carica di donazione, di preghiera, di silenzio, di coraggio.
Il Bambino che dorme sulla paglia vi tolga il sonno e faccia sentire il guanciale del vostro letto duro come un macigno, finché non avrete dato ospitalità a uno sfrattato, a un marocchino, a un povero di passaggio.
Dio che diventa uomo vi faccia sentire dei vermi ogni volta che la vostra carriera diventa idolo della vostra vita, il sorpasso, il progetto dei vostri giorni, la schiena del prossimo, strumento delle vostre scalate.
Maria, che trova solo nello sterco degli animali la culla dove deporre con tenerezza il frutto del suo grembo, vi costringa con i suoi occhi feriti a sospendere lo struggimento di tutte le nenie natalizie, finché la vostra coscienza ipocrita accetterà che il bidone della spazzatura, l’inceneritore di una clinica diventino tomba senza croce di una vita soppressa.
Giuseppe, che nell’affronto di mille porte chiuse è il simbolo di tutte le delusioni paterne, disturbi le sbornie dei vostri cenoni, rimproveri i tepori delle vostre tombolate, provochi corti circuiti allo spreco delle vostre luminarie, fino a quando non vi lascerete mettere in crisi dalla sofferenza di tanti genitori che versano lacrime segrete per i loro figli senza fortuna, senza salute, senza lavoro.
Gli angeli che annunciano la pace portino ancora guerra alla vostra sonnolenta tranquillità incapace di vedere che poco più lontano di una spanna, con l’aggravante del vostro complice silenzio, si consumano ingiustizie, si sfratta la gente, si fabbricano armi, si militarizza la terra degli umili, si condannano popoli allo sterminio della fame.
I Poveri che accorrono alla grotta, mentre i potenti tramano nell’oscurità e la città dorme nell’indifferenza, vi facciano capire che, se anche voi volete vedere “una gran luce” dovete partire dagli ultimi.
Che le elemosine di chi gioca sulla pelle della gente sono tranquillanti inutili.
I pastori che vegliano nella notte, “facendo la guardia al gregge”, e scrutano l’aurora, vi diano il senso della storia, l’ebbrezza delle attese, il gaudio dell’abbandono in Dio.
E vi ispirino il desiderio profondo di vivere poveri che è poi l’unico modo per morire ricchi.
Buon Natale! Sul nostro vecchio mondo che muore, nasca la speranza.

lunedì 23 dicembre 2013

Gli orari di Natale

Ecco qua, amici, gli orari delle liturgie che vivremo insieme al Santuario in questo tempo natalizio:

24 dicembre: vigilia di Natale
Apertura santuario: 22.30
Ufficio vigiliare: 23.00
Messa nella Notte: 24.00

25 dicembre: Natale del Signore
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 10.30; 18.00
Confessioni: 7.30 - 12
 

26 dicembre: S. Stefano protomartire
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 18.00

31 dicembre: ultimo giorno dell’anno
NON sarà celebrata la Messa prefestiva del 1° gennaio
Veglia di preghiera del nuovo anno: 23.00


1 gennaio: Maria Madre di Dio
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 18.00

6 gennaio: Epifania del Signore
Messa prefestiva: il 5 gennaio alle 18.00
Orario S. Messe: 7.30; 9.30; 11.00; 18.00


Attenzione! L'adorazione eucaristica è sospesa fino al 13 gennaio.

E qui puoi vedere un servizio andato in onda su Tele 1 circa la "Longiano dei Presepi":


sabato 21 dicembre 2013

Giuseppe, non temere di prendere con te Maria

I veloci volteggi delle ali degli angeli accompagnano nelle primissime pagine del Nuovo Testamento il cammino degli uomini  e delle donne dal cuore retto che ricevono ‘annunciazioni’ anche nel sonno. Come Giuseppe, uomo giusto, uomo innamorato e con il cuore frantumato perché pensa che Maria l’abbia tradito con un altro. Non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Grandezza di Giuseppe!  Sarebbe già un buon finale, -per quanto amaro, ma di una gigantesca grandezza d’animo-, eppur non è finita: mentre stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore. Giuseppe scopre un Signore che gli allarga gli orizzonti (troppo angusti anche la stessa ‘giustizia’ umana). Non temere, gli dice l’angelo, di prendere con te Maria, tua sposa

Anche noi non dovremmo temere di sentirci allargare il cuore dalle incursioni di Dio, dalle visite dei suoi angeli che recano alle nostre paure e talvolta ai nostri faticosi discernimenti il Suo sogno. Che non annulla i nostri ma li dilata in una inedita pienezza d’amore. Il Signore Dio è per noi!

Orari di visita del presepe dei frati francescani e del mercatino missionario:

Fino al 6 gennaio: 
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Dal 7 al 26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe sarà visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

martedì 17 dicembre 2013

Giuseppe, il giusto...

Apparve in sogno a Giuseppe un angelo del Signore e gli disse: "Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo”. 
Ci avviciniamo al Natale e Giuseppe, il giusto, ci viene incontro. La disarmante semplicità di Giuseppe ci sprona alla ricerca, ci obbliga a “ricercare” la parola del Signore nella quale troviamo la realizzazione di tutti i nostri sogni. Che il Signore ci preservi dalla tentazione di non credere più ai sogni!

Signore, ci affidiamo a te in questo tempo di attesa.
Tante volte ci è capitato di aspettare qualcuno,
di aspettare qualcosa…
e lo abbiamo fatto nella gioia, nella trepidazione,
immaginando la dolcezza dell’incontro.
Donaci l’allegria dell’attesa
e allenaci a capire, come fu per Giovanni il Battezzatore,

che colui che stiamo attendendo è già con noi.

San Giuseppe siede pensoso, "Con il cuore in tumulto fra pensieri contrari il savio Giuseppe ondeggiava"(inno Akathistos, VI stanza). E' tradizione ormai consolidata nel modulo iconografico della Natività rappresentare Giuseppe fuori dalla grotta ed impegnato in un dialogo con un pastore vestito di pelli, che alcuni identificano in Tirso. Tirso-Satana interroga Giuseppe, lo pungola tentando di porre in lui dei dubbi sulla verginità di Maria.

Orari di visita del presepe dei frati francescani e del mercatino missionario:

Fino al 6 gennaio: 
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Dal 7 al 26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe sarà visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

sabato 14 dicembre 2013

La Longiano dei Presepi

Inizia oggi la ventitreesima edizione di una delle manifestazioni natalizie più grandi e importanti d’Italia, che hanno portato a Longiano centinaia di migliaia di visitatori, in costante crescita, negli ultimi decenni: Longiano dei Presepi. L’atmosfera natalizia si anima con un’ottantina di rappresentazioni della Natività a colorare il Centro Storico della città.
L'inaugurazione ufficiale della manifestazione avrà luogo domani 15 dicembre alle 11.30, alla presenza del sindaco Battistini e del vescovo Douglas, presso la chiesa di S. Marina di Massa dove è allestita la mostra dedicata alle opere del maestro Ilario Fioravanti.

Già dal 1° di dicembre è visitabile il Grande Presepe Meccanico del Santuario, il più antico e tradizionale presepe di Longiano e uno dei più suggestivi e visitati presepi meccanici della Penisola.
Presso il Convento del SS. Crocifisso dei Frati Francescani, il Grande Presepe Meccanico è allestito da Marco Gualtieri con le statue di Padre Lambertini. Il tema di quest’anno (sulla scia dei messaggi di Papa Francesco) è “Gesù povero e profugo”, con le scene: la ricerca dell’albergo da parte di Maria e Giuseppe; la nascita nella grotta povera di Betlemme; la fuga in Egitto.
Come di consueto presso il Convento è aperta anche la Mostra Missionaria con la vendita di prodotti equo-solidali, prodotti dell’Eremo di Camaldoli, libri, presepi e articoli vari. Il ricavato sarà devoluto per le missioni francescane in Indonesia.
Ma questo è solo uno dei tre grandi presepi meccanici visitabili a Longiano in questo periodo...

facebook: LongianodeiPresepi

QUI trovi il calendario delle manifestazioni

Orari di visita del presepe dei frati francescani e del mercatino missionario:

Fino al 6 gennaio: 
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Dal 7 al 26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe sarà visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

domenica 8 dicembre 2013

Beata perchè hai creduto!

Il cammino verso il Natale si fa sempre più corto e a Maria chiediamo che sia nostra compagna di viaggio. Di Maria ci affascina il suo autentico e totale affidamento a Dio: è il modello di ogni cristiano! Maria è beata perché ha ascoltato la Parola di Dio, suo e nostro Maestro! Se ci pensiamo bene, la beatitudine di Maria, può essere anche la nostra.

Maria, beata perché hai creduto!
Poni il tuo sguardo materno su ognuno di noi
in questi giorni di attesa;
facci contemplare lo stupore
che hai provato ponendoti all’ascolto della Parola di Dio;
ridona energia alla nostra fede talvolta incerta
e donaci di camminare nella gioia
di chi pone la sua fiducia solo in Dio.


Oggi, la Messa Solenne in santuario è alle ore 11.

Si possono già visitare il presepe e il mercatino missionario nei seguenti orari:


dal 15 dicembre al 6 gennaio:
tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19

nei periodi 1-14 dicembre e 7-26 gennaio:
sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19;
il presepe è visitabile anche nei giorni feriali su richiesta.

mercoledì 4 dicembre 2013

Preghiera di Avvento

Dal Vangelo secondo Matteo (15,37-38)
Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e disse: "Sento compassione per la folla. Ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Non voglio rimandarli digiuni…". E i discepoli gli dissero: "Come possiamo trovare in un deserto tanti pani da sfamare una folla così grande?".

Dove possiamo trovare le risorse per noi stessi e per i nostri fratelli? A volte sembra impossibile e vorremmo arrenderci di fronte alle difficoltà. Ma Gesù ci chiede di metterci in “gioco”, di mettere a disposizione le nostre poche cose e così il miracolo avviene perché Lui le moltiplica a dismisura.

 
Gesù, tu ci inviti a vegliare,
ad attenderti pronti,
a non stancarci di pregarti.
Sii Tu la nostra guida in questo cammino di Avvento;
aiutaci ad avere fiducia in Te
e apri il nostro cuore
ad accogliere la tua venuta in mezzo a noi.


Candele al Santo Sepolcro